> go to album

EMƎ

Ensemble di 8 elementi progetto ispirato alle Città Invisibili di Italo Calvino

+ INFO

“Le città invisibili” di Italo Calvino ispirano questo lavoro realizzato da un variopinto settimino di straordinari musicisti. Musica visionaria che parte dal jazz muovendosi attorno ad altri generi, per dare vita, attraverso i suoni, alle immaginifiche città dei morti,della memoria, del cielo, del desiderio etc.
Un viaggio in bilico fra atmosfere di eterea sospensione e cupezza viscerale, che alterna momenti corali scritti e formalmente organizzati, con dei duetti di dialogica improvvisazione libera, come nel libro fanno i due protagonisti: Marco Polo e il Gran Khan.

Eloisa Manera composizione, violino, voce | Gianluca Barbaro flauti dolci, ewi | Piero Bittolo Bon sax alto, baritono, clarinetto | Andrea Baronchelli trombone | Pasquale Mirra vibrafono | Danilo Gallo basso, contrabbasso | Ferdinando Faraò batteria | Roberto Zanisi string guitars, cumbus, bouzouki, steel pan, doumbek, gunja cajon, cifteli, bowglama’

> go to album

SOLO

Rondine | Eloisa Manera, violin and electronic

+ INFO

“Rondine” è un lavoro discografico in solo nato per testimoniare le innumerevoli migrazioni della musicista: sette tracce tra suggestioni ambient, echi di Bartok filtrati dal minimalismo di Steve Reich, dialoghi tra field recording urbani e le risonanze del violino. Appunti di viaggio che generano e attraversano paesaggi molto diversi tra loro: dalle onde di grano nelle terre di Don Chisciotte, al barocco intravisto tra le nebbie di una Venezia; dai conversari giocosi di un ‘900 fantastico, ai giochi antichi di bimbi nella Sicilia spagnola; la frenesia vitale nei vagoni affollati o solitari della metropolitana di New York e la serenità inquieta del tramonto in cui il XX secolo trascolora in un altrove attuale. Il live di questo progetto permette alla musicista di sganciarsi dalla partitura scritta per reinterpretare, improvvisare e rielaborare il materiale di partenza.

DUO / TRIO / QUARTETTO / ENSEMBLES

PHASE DUO Eloisa Manera, violino | Dj Fana [Stefano Greco], elettronica Partendo dall’interpretazione live di alcuni compositori americani del nostro secolo (Reich e Riley) e dalla sperimentazione improvvisativa, l’incontro di questi musicisti ha dato vita ad un duo dove entrambi sono ugualmente protagonisti nella realizzazione di brani appositamente composti per questo progetto. Fana studio: http://www.blaustudio.net/

HOBO
 Eloisa Manera violino | Massimo Giuntoli harmonium e composizioni Una formazione agile, dalle sonorità intense e possenti quanto sospese e delicate. Una camera da musica caratterizzata da marcate influenze canterburiane, zappiane e novecentesche, nel senso più ampio del termine. leggi di più: http://www.massimogiuntoli.com/#!hobo/c1lao

TRIO KOMIEL
 Eloisa Manera violino | Dudù Kouate percussioni e voce | Massimiliano Milesi sassofoni Il trio nato in seno al Collettivo Res alterna brani originali a momenti d’improvvisazione totale. I musicisti interagiscono fra loro rielaborano i vari mondi sonori possibili, andando dall’Africa alla musica classica contemporanea, dal jazz all’esplorazione pura in maniera estremamente energetica, coinvolgente e personale. leggi di più: http://collettivores.wordpress.com/

TRIO SONATA
 Carlo Nicita flauto | Eloisa Manera violino | Tito Mangialajo Rantzer contrabbasso Il progetto utilizza le sonorità settecentesche elaborandole attraverso un dialogo moderno e ricco di colori e intensità. Attraverso l’interplay di natura jazzistica e non solo creano un itinerario timbrico e ritmico molto vario, che diventa la forza trascinante del trio. leggi di più http://www.carlonicita.com/#!nicita-manera-mangialajo

SINUSOIDE OPERA CASUALE
  [quartetto] Roberto Frassini Moneta contrabbasso | Giacomo Papetti contrabbasso | Eloisa Manera violino | Emanuele Parrini violino Un viaggio sonoro tra Cage e Sun Ra, un unico brano non intenzionale scaturito dal dialogo con il caos. Suoni scritti intervallati da momenti illusori che rimangono ad osservarci, urlando la propria esistenza. Foto del gruppo: http://www.adrianodecarli.com/portfolio/sinusoide

GEA4 Gianluca Barbaro – Flauto dolce/EWI
 | Eloisa Manera – Violino/Voce | 
Marco Vaggi – Contrabbasso
 | Ferdinando Faraò – Batteria Uno dei binomi sonori più antichi della storia della musica (violino e flauto dolce) viene reinventato in chiave moderna esprimendo contemporaneamente elementi che vanno dalla cantabilità italiana al linguaggio jazzistico, dalla musica antica a quella contemporanea in modo brillante, liquido ed elegante. leggi di più: http://www.barbaro.it/gea4.html

JOHN EHLIS QUARTET Eloisa Manera violino | Amalia Lopez Chueca violoncello | John Ehlis chitarra, mandolino | Chris White III percussioni Quartetto dalla sonorità unica, è capitanato da John Ehlis interessante, curioso e sensibile musicista americano. Questo gruppo di artisti si è incontrato a NY nell’estate del 2011 nell’ambito del Karl Berger’s Stone Workshop Orchestra ed ha continuato a mantenere e a far crescere la relazione musicale che li lega, tramite vari concerti e registrazioni in una dialettica di proficuo scambio fra gli USA e l’Europa. leggi di più http://johnehlis.com/music/the-quartet/

ARTCHIPEL ORCHESTRA
 Vincitrice Top Jazz 2012 come migliore formazione italiana dell’anno e nel 2014 come seconda migliore formazione dell’anno, l’Artchipel Orchestra è un organico di grande impatto scenico e musicale, nato da un’idea del batterista, compositore e direttore d’orchestra Ferdinando Faraò. Tutte le info: https://sites.google.com/site/artchipelorchestra/

EXTEMPORARY VISION ENSEMBLE
 Due coraggiosi progetti di Francesco Chiapperini:
un omaggio a Massimo Urbani (di cui “Our Redemption” è la testimonianza discografica)
“The Big Earth”, un lavoro sulle marce funebri della tradizione pugliese. Tutte le info riguardo a questo gruppo e ai due progetti: http://francescochiapperini.com/projects/extemporary-vision-ensemble/